Alexander Vantournhout/not standing

Through the Grapevine

Teatro Romano

    sabato 25 Giugno Ore 21:30

    domenica 26 Giugno Ore 21:30

BIGLIETTI
Posto unico centrale €35

Concept e coreografia

Alexander Vantournhout

con

Axel Guérin e Alexander Vantournhout

assistente coreografo

Emmi Väisänen

compositore

Andrea Belfi

drammaturgia

Rudi Laermans

ideazione luci

Caroline Mathieu

progetto luci

Harry Cole

tecnica

Rinus Samyn

costumi

Anne-Catherine Kunz

concept scenografia

Bjorn Verlinde

supervisione

Anneleen Keppens, Maria Ferreira Silva

un ringraziamento a

Sébastien Hendrickx, Vera Tussing, Esse Vanderbruggen

distribuzione

Frans Brood Productions

manager di compagnia

Esther Maas

manager di produzione

Aïda Gabriëls

Alexander Vantournhout, classe 1989, è tra i coreografi più interessanti della nuova generazione. Due costanti ricorrono all’interno delle sue creazioni artistiche: la ricerca del potenziale creativo e cinetico nella fisicità e l’indagine su molti aspetti della relazione tra performer e oggetto. In pochi anni ha sviluppato un linguaggio coreografico unico che attinge a tecniche di danza, arti marziali, circo, yoga.

 

 

Through the Grapevine, settimo lavoro dopo La Rose en Céramique (2018) e Raphael (2017), è anche il primo duetto del coreografo belga, eseguito dall’autore insieme con Axel Guérin, già partner per Red Haired Men (2018). Un eccentrico pas de deux, in cui il corpo viene esibito nella sua forma più pura, mentre la performance scava nel potenziale creativo e cinetico dei suoi limiti fisici.

 

 

Con grande concentrazione i due cercano l’equilibrio e l’armonia non rinunciando all’umorismo. Si sfidano a vicenda attraverso un costante contatto fisico, mentre la dialettica tra toccare ed essere toccati si dispiega come elemento centrale della performance.

coproduttori Arts Centre Vooruit, Ghent (BE), PERPLX, Marke (BE), CENTQUATRE-PARIS (FR), Cirque-théâtre Elbeuf (FR), Subsistances Lyon (FR), Théâtre de la Ville de Luxembourg Luxembourg (LU), MA scène nationale – Pays de Montbéliard (FR), Les Hivernales CDCN Avignon (FR), Malpertuis Tielt (BE), Theater Freiburg (DE), Théâtre des Quatre Saisons Gradignan (FR), Théâtre de l’Arsenal Val-de-Reuil (FR)
residenze les ballets C de la B Ghent (BE), Arts Centre Vooruit Ghent (BE), STUK Leuven (BE), Subsistances Lyon (FR), Wood Cube Roeselare (BE), Workspacebrussels Brussels (BE)
residenze cancellate causa Covid-19 Arts Printing House Vilnius (LT) Oerol Ter Schelling (NL), Le Gymnase CDCN Roubaix (FR), Grand Théâtre Groningen (NL)
produzione not standing
con il supporto delle autorità fiamminghe
Alexander Vantournhout è un artista in residenza presso l’Arts Centre Vooruit in Ghent, artista associato del CENTQUATRE Paris e Cirque-théâtre Elbeuf e ambasciatore culturale della Città di Roeselare
Alexander Vantournhout è supportato dalla Fondation BNP Paribas per lo sviluppo dei suoi progetti

Si avvisa che le date e gli orari potranno subire variazioni.
Per aggiornamenti consultare il sito www.festivaldispoleto.com