Angelique Kidjo

Mother Nature

Piazza Duomo

venerdì 08 Luglio Ore 21:30

Per informazioni:
+39 0743 222 889 | biglietteria@ticketitalia.com

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le esclusive promozioni e gli aggiornamenti sul programma del Festival.

voce

Angelique Kidjo

pianoforte

Thierry Vaton

chitarra

Amen Viana

basso

Rody Cereyon

batteria

Gregory Louis

percussioni

David Donatien

Angélique Kidjo è una delle voci più originali e straordinarie del panorama musicale internazionale e fonte d’ispirazione per tanti artisti con il suo eclettismo e spirito creativo.

A Spoleto, la quattro-volte vincitrice ai Grammy Award presenta il suo nuovo album Mother Nature, lavoro prodotto con alcuni suoi discepoli, tra i più seducenti giovani creatori di musica africana occidentale, afrobeat, afro-pop, dancehall, hip-hop, e alternative R&B. Il risultato è un corpus di opere particolarmente visionario, radicato in una profonda comprensione della tradizione musicale, ma infinitamente inventivo.

Dopo il successo di Remain in Light e Celia, album dedicati rispettivamente al rock etnico dei Talking Heads e al repertorio latino di Celia Cruz, con Mother Nature la Kidjo torna ai ritmi della sua Africa, celebrandola non solo come luogo geografico, ma anche e soprattutto come culla del genere umano.

La cantante belinese, da sempre in prima linea per i diritti umani e ambasciatrice Unicef, in Mother Nature si apre a una riflessione sui temi del cambiamento climatico, inserendo canzoni che sono concepite come vere e proprie conversazioni con la natura.

Mother Nature è una lettera d’amore alla Madre Terra a sostegno di valori come la verità, fiducia, amore, connessione. «Se c’è qualcosa che la pandemia ci ha insegnato» afferma Kidjo «è che siamo tutti parte dello stesso ecosistema: questo pianeta è tutto ciò che abbiamo. Per la nostra stessa sopravvivenza, dobbiamo riconoscere l’umanità che tutti condividiamo e imparare a vivere insieme. Non c’è altro modo».

Definita dal Guardian come «una tra le 100 donne più influenti al mondo», dal London Telegraph come “regina indiscussa della musica africana” e dal Time come “prima diva d’Africa”, per il suo impegno contro discriminazioni e razzismo l’artista è considerata l’erede di Miriam Makeba e di Nina Simone.

produzione Les visiteurs du soir

Si avvisa che le date e gli orari potranno subire variazioni.
Per aggiornamenti consultare il sito www.festivaldispoleto.com