Concerti
Accademia Nazionale di Santa Cecilia
in Residenza

    Da sabato 02 Luglio

    A domenica 10 Luglio

Per informazioni:
+39 0743 222 889 | biglietteria@ticketitalia.com

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le esclusive promozioni e gli aggiornamenti sul programma del Festival.

Da La Voix Humaine di Francis Poulenc al repertorio sinfonico americano, due serate di musica in Piazza Duomo con la formidabile presenza di Barbara Hannigan e del direttore musicale Antonio Pappano: continua a regalare appuntamenti imperdibili la residenza dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Spoleto.
L’Orchestra condivide il palcoscenico di Piazza Duomo con Barbara Hannigan, star mondiale la cui voce è fra le più originali e richieste della scena lirica contemporanea. « Soprano-camaleonte giramondo », come la definisce la Repubblica, la Hannigan non è solo una cantante dalle indiscusse doti vocali, da qualche anno la si trova spesso sul podio come direttrice d’orchestra, talvolta combinando la direzione al canto. Durante le sue esibizioni il corpo si fonde con la musica. « Non interpreto la musica, devo solo esserlo […] Per me è naturale come cantante, come attrice e come direttrice d’orchestra diventare un “canale” per la partitura del compositore ».

Dopo il successo degli appuntamenti della rassegna di musica da camera della scorsa edizione, Antonio Pappano è il protagonista del concerto al Teatro Caio Melisso: un’occasione unica per ascoltare il Maestro anche nella sua veste di pianista.

Gustav Mahler, Claude Debussy, Igor Stravinskij, Arturo Toscanini, Herbert von Karajan, Claudio Abbado, Leonard Bernstein e Kirill Petrenko sono solo alcuni dei grandi che hanno diretto l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia da quando ha iniziato, per prima in Italia nel 1908, a occuparsi esclusivamente di repertorio sinfonico. Una storia di grandi nomi e grandi esecuzioni che oggi è nelle mani di Antonio Pappano, direttore musicale dal 2005. Ospite dei maggiori Festival internazionali e vincitrice di numerosi riconoscimenti discografici, negli ultimi anni con la direzione di Pappano ha ribadito il proprio ruolo tra le orchestre internazionali (anche nel 2020 nominata tra le prime dieci secondo BBC Music Magazine).

Antonio Pappano dirige anche quest’anno il concerto finale in Piazza Duomo, l’appuntamento clou che chiude il sipario di ogni edizione del Festival. Barbara Hannigan lo accompagna in questa serata come solista di Knoxville: Summer of 1915 di Samuel Barber, lavoro di particolare bellezza e raramente eseguito tratto dal romanzo di James Agee A Death in the Family: un bambino sdraiato nell’erba d’estate, a Knoxville nel Tennessee, guarda il cielo e lascia che i suoi pensieri rincorrano le gioie e i dolori della vita. Le suggestioni d’oltreoceano, tema che attraversa i due mondi della programmazione 2022, trovano eco anche nella seconda parte del concerto con l’esecuzione della sinfonia “americana” per eccellenza, la Terza di Aaron Copland.

Si avvisa che le date e gli orari potranno subire variazioni. Per aggiornamenti consultare il sito www.festivaldispoleto.com