Vivi il Festival

Un palco a teatro | Il Festival siamo noi | Condivisioni | In gruppo conviene | Hotel e ristoranti in convenzione | Spoleto to live | Dietro le quinte

Un palco a teatro

La straordinaria occasione di riservare un palco al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti e frequentare l’esclusivo Salotto del Festival.
È possibile prenotare il palco (capienza massima di 6 persone) per la serata inaugurale del 29 giugno e per i tre weekend del Festival.
Per informazioni e prenotazioni: 
ufficiomarketing@festivaldispoleto.com

Il Festival siamo noi

Il Festival dei Due Mondi ormai ogni anno incontra il mondo della scuola.
IL FESTIVAL SIAMO NOI, alla sua nona edizione e in continuità con lo scorso anno, è un progetto rivolto a tutti gli alunni delle scuole primarie del territorio che si propone di incentivare la conoscenza della storia del Festival, dei suoi luoghi e degli spazi scenografici della città nei quali si svolge. Obiettivo del progetto è quello di coinvolgere i giovanissimi e i ragazzi a riflettere sull´inscindibile legame tra la manifestazione e la città di Spoleto, il suo territorio, la sua comunità.
Un´iniziativa che ha riscosso grande successo negli anni e che costituisce un´opportunità per riscoprire la città attraverso racconti, ricordi, documenti e materiale d´archivio, oltre che un´occasione per vivere il Festival in prima persona e contribuire alla sua realizzazione.

Nelle edizioni precedenti si sono susseguite tematiche diverse: la conoscenza de I mestieri dei Festival, per far riflettere su come i diversi ruoli di coloro che abbiano lavorato per il Festival si siano evoluti, consolidandosi nel corso degli anni, oppure trasformandosi e facendo sorgere nuove competenze e professionalità; la memoria di Spoleto nel cinquantesimo anniversario di Sculture nella Città, la storica esposizione di arte contemporanea che nel 1962 vide la Città di Spoleto trasformata in "Città Museo"; La scoperta del Teatro ha svelato ai giovani i segreti e gli angoli più nascosti di due teatri simbolo di Spoleto, il Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti e il Teatro Romano, in un viaggio che li ha portati a ritroso nel tempo per apprendere, divertendosi, la storia di questi luoghi, per conoscerne l’architettura e la struttura, ricostruire la storia del Festival attraverso i luoghi della città nei quali, da oltre mezzo secolo, si svolge la manifestazione.

I laboratori, aventi tutti un’impostazione di tipo prevalentemente ludico, assumono la forma di un gioco aumentando così le conoscenze dei ragazzi, permettendo lo sviluppo delle capacità percettive, la fantasia, la creatività e aiutandoli a comunicare, ad esprimersi e ad acquisire dimestichezza con il teatro, con le sue parti e la sua storia.

Condivisioni

a cura di Lorella Natalizi e Mauro Pietrini

Il progetto CondiVisioni nasce con l’obiettivo di promuovere e organizzare azioni formative e laboratori didattici rivolti al pubblico del Festival.
Il pubblico, parte integrante del processo di creazione artistico-culturale dello spettacolo, verrà coinvolto in una serie di appuntamenti che hanno il fine di preparare lo spettatore, incentivarne il coinvolgimento e il senso critico.
Il percorso formativo prevede tre fasi di avvicinamento allo spettacolo: prima della visione, la visione, dopo la visione.
CondiVisioni è un’officina di promozione di iniziative pedagogiche, pratiche e teoriche, gestite da mediatori teatrali e professionisti del settore artistico.
Questa esperienza, stimolerà la partecipazione degli studenti che vivono nell’area del cratere sismico umbro, permetterà loro di intrecciare la conoscenza, la memoria dei luoghi e l’emozione dell’esperienza. Il percorso è indirizzato non solo ai più giovani ma anche a tutti gli spettatori, di differenti generazioni, curiosi o desiderosi di vivere in modo attivo il Festival.
Quest’anno saranno protagonisti degli incontri anche ragazzi provenienti dalle zone terremotate della Valnerina che grazie al progetto “Terra Invicta” (progetto di cui il Festival è partner e che è stato realizzato grazie alla collaborazione tra Fondazione con i Bambini, Associazione Imparare Fare e Cooperativa L’Incontro) avranno la possibilità di vivere il Festival da vicino, potendo condividere con gli altri ragazzi un’esperienza legata alla storia e alla cultura del territorio: esperienza “CondiVisa” che ha l’intenzione di arricchire il bagaglio culturale e relazionale dei partecipanti, contribuendo, così, a rendere più forti i valori e le fondamenta per il loro futuro.

In gruppo conviene

L’Ufficio Promozione del Festival propone a gruppi (minimo 10 persone), Agenzie di Viaggio e Associazioni Culturali, Cral e Tour Operator sconti diversificati sulle specifiche esigenze e offre inoltre la possibilità di pianificare un evento unico con location esclusiva, servizio catering e facilities per serate di gala, meeting e presentazioni.
Per informazioni e prenotazioni:
+39 0743 77 64 44
biglietteria@festivaldispoleto.com 

Agenzia di riferimento:
JAZZ TRAVEL & CONGRESS
Piazza della Vittoria, 29
06049 - Spoleto (PG)
+39 0743 221818

Hotel e ristoranti in convenzione

Per i clienti degli alberghi e delle strutture ricettive di Spoleto e dell’Umbria:

  • sconto del 20% su tutti gli spettacoli*
  • sconto esclusivo sugli abbonamenti Festival Card
*Il Concerto Finale del 14 luglio è escluso dalle riduzioni. L’Opera Inaugurale del 28 giugno ha una riduzione inferiore. Gli spettacoli ospitati sono esclusi dalle Festival Card.

Call Center 0743 77 64 44
biglietteria@festivaldispoleto.com

Strutture ricettive in convenzione a Spoleto e dintorni:

Albergo Paradiso
Albergo Villa Cristina
Azienda Agraria Coricelli
B&B Centro Città
Castello di Poreta
Country Hotel Valle Rosa
Country House Il Sogno
Della Genga Resort
Hotel Arca
Hotel Charleston
Hotel Clarici
Hotel Clitunno
Hotel dei Duchi
Hotel San Luca
Il Baio Relais & Natural Spa
Palazzo Dragoni
Palazzo Leti
Relais Borgo Campello

Spoleto to live

La collaborazione tra la Fondazione Festival dei due Mondi di Spoleto, Sistema Museo, gestore del patrimonio museale e culturale cittadino e il tour operator Jazz Travel & Congress, nata con il progetto "Exclusive Experience" per la promo commercializzazione turistica delle proposte culturali del Festival, si correda dal 2017 di un importante tassello.

L’offerta esperienziale che ha come fulcro la città di Spoleto con i suoi colori, le sue anime, la sua storia, i suoi mille volti legati agli artisti internazionali e un passato ricco di testimonianze visibili nelle piazze e nelle antiche vie della città, si correda di nuovi servizi e proposte di soggiorno tailor made per soddisfare ogni passione.

www.spoletotolive.it

VIVERE UN’ESPERIENZA AUTENTICA CON NOI È POSSIBILE

Il nuovo marketplace www.spoletotolive.it è un progetto di Sistema Museo che commercializza le proposte esperienziali mirate alla città di Spoleto: uno strumento che agevola la promozione di informazioni sugli eventi e sui beni culturali e turistici cittadini, una piattaforma digitale - chiave d’accesso in funzione commerciale e promozionale - che si arricchisce e catalizza per tutto il periodo della primavera e l’estate il vasto programma del Festival dei 2 Mondi di Spoleto, in occasione dell’edizione straordinaria del 60° che cade proprio quest’anno.
Tour privati, visite esclusive, proposte soggiorno valorizzeranno in chiave turistica gli spettacoli, le mostre e gli appuntamenti del Festival, attraverso un viaggio che, partendo da Spoleto, farà scoprire l’Umbria e il suo straordinario patrimonio.
Un modo, dunque, per immergersi nello stile di vita di una città e di una regione per un mese sotto i riflettori del mondo.

Tutte le proposte sono disponibili su:

www.festivaldispoleto.com
www.spoletotolive.it

INFO E BOOKING

Call Center
lun-ven 9:00-17:00, sabato 9:00-13:00 +39 0744422848
callcenter@sistemamuseo.it spoleto@sistemamuseo.it

Dietro le quinte

Il Festival dei Due Mondi di Spoleto invita il pubblico a scoprire i segreti del “dietro le quinte”, organizzando visite guidate nei teatri e in particolare nei luoghi, solitamente inaccessibili, dove fervono i preparativi degli spettacoli.

Chi ama andare a teatro conosce l’emozione degli istanti che precedono una rappresentazione. Il sipario ancora chiuso, le luci in sala che si affievoliscono fino a spegnersi. Cala il silenzio e si respira un’atmosfera speciale. Cosa succede al di là delle quinte possiamo solo immaginarlo.

Da qui l’idea di proporre questa esperienza unica. L’itinerario parte dal foyer del Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, con la visita alla bellissima sala XVII Settembre, alla terrazza Jerome Robbins, alla buca d’orchestra dove hanno suonato direttori di fama internazionale, ai luoghi all’interno della struttura che permettono visioni e prospettive del palcoscenico del tutto nuove, per visitare poi il laboratorio di sartoria, e giungere al seicentesco Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi e conoscere le trasformazioni che ha attraversato nel tempo.
L’iniziativa si avvale della collaborazione del Liceo Classico di Spoleto nell’ambito del progetto Guide del Territorio.

Per gruppi di oltre 10 persone e per visite in inglese, francese e spagnolo, è necessaria la prenotazione e la successiva conferma, inviando, per ragioni di sicurezza, l´elenco con i nominativi di tutti i partecipanti.

I gruppi saranno composti da un minimo di 10 a un massimo di 20 partecipanti e potranno effettuare la visita al massimo due gruppi contemporaneamente.
Per esigenze tecniche legate alla programmazione dell’attività istituzionale, il percorso della visita potrebbe variare anche a ridosso dell’appuntamento.

Per informazioni: promozione@festivaldispoleto.com 
Per prenotazione dei tour gruidati: biglietteria@festivaldispoleto.com