AREA STAMPA COMUNICATI SPONSOR TRIC TRAC


03/05/2017
TRIC TRAC
La storia del Tric Trac ebbe inizio nel 1958 in contemporanea con il primo Festival dei due Mondi. Il maestro Giancarlo Menotti fondatore del "Festival dei Due Mondi" dopo qualche giorno dall’inizio della manifestazione, notò la mancanza di un ritrovo per gli artisti al termine degli spettacoli: al piano terra della sua residenza era disponibile un garage per aprire un nuovo locale che, in seguito, sarebbe diventato uno dei punti d’incontro preferiti della buona società internazionale e della aristocrazia europea.
Storico locale di Piazza del Duomo che dapprima era una cantina che serviva panini, vino e birra rimaneva aperto solamente nel periodo del Festival. Negli anni la manifestazione era diventata di rilevanza mondiale.
Nel 1971 con la nuova gestione di Giustino Saccone per tutti "Giustino" notissimo chef abruzzese e insegnante all’Istituto Alberghiero di Stato di Spoleto il Tric Trac assunse la sua connotazione attuale di bar ristorante. In pochi anni "Giustino" memoria storica della mondanità festivaliera, noto a tutti non solo per la sua rinomata professionalità nel campo della cucina ma anche per la sua gentilezza e disponibilità nel fare sentire a proprio agio gli ospiti, soddisfando le loro esigenze divenne un personaggio. Indimenticabili per il gusto e la ricercatezza sono stati i catering ed i ricevimenti allestiti da Giustino durante il festival per i più importanti sponsor.
Il cuore del festival è da sempre Il Tric Trac che si affaccia sulla cavea sublime e abbagliante di piazza Duomo: spalanca la vista sulla bianca facciata romanica della cattedrale con rosoni trinati ed il suo mosaico centrale incendiato d’oro. Molti sono e sono stati i clienti abituali che hanno contribuito a creare la fama del Tric Trac attirati dall’atmosfera semplice ed elegante, dai mitici cocktails dai mille colori e bizzarre decorazioni alla Butterfly, che un giovane barman di nome Giuseppe D’Amelio abruzzese preparava e dai piatti di Giustino.
Nel 1999 Giustino lasciò il ristorante a coloro che lo affiancarono per diversi anni e cioè Spartaco Grilli ed al nipote Giuseppe D’Amelio attuali soci proprietari del Tric Trac che continuano con passione, cortesia, senso innato dell’ospitalità a gestire quello che ora è diventato lo storico locale di Piazza del Duomo.
Il Tric Trac ospita i propri clienti nelle sue strutture originali di un palazzo quattrocentesco, ampie volte in cotto, alle pareti cimeli e curiosità legate alla storia del Festival dei due Mondi ed ultimo alla Fiction di Don Matteo. Spartaco e Giuseppe conservano gelosamente una ricca collezione di manifesti e locandine molti autografati dagli Artisti le sale sono divise in tre diversi ambientazioni, due più formali e una destinata ad accogliere il bar e l’enoteca.
Un ambiente sobriamente elegante, caldo e accogliente, dove si può assaporare Profumi della terra umbra, semplici ingredienti, dal tartufo nero alle paste fatte in casa, dalla Norcineria alle carni tipiche, dalle zuppe alle torte fatte in casa. La cucina del Tric Trac appartiene alla tradizione umbra e italiana fatta con leggerezza, delicatezza e semplicità.


LOGIN

Password

Entra